“Oblio” è il primo singolo del chitarrista salernitano Massimo Santoro

Fonte articolo:
L'Occhio di Salerno

musica-primo-singolo-chitarrista-salernitano-massimo-santoro

È online su YouTube il video ufficiale di “Oblio”, primo singolo di Massimo Santoro, chitarrista salernitano. “Oblio” è un viaggio emozionale che trascina l’ascoltatore attraverso un flusso di sentimenti contrastanti, conducendolo infine a uno stato di abbandono del pensiero.

Musica, online il primo singolo del chitarrista salernitano Massimo Santoro

La chitarra classica si presenta come un veicolo emotivo impeccabile, tessendo con maestria una trama sonora che oscilla tra dolce malinconia e ardente passione. I primi accordi introducono un’atmosfera contemplativa, come se l’artista stesse esplorando il labirinto dei propri pensieri.

Le note fluide, inizialmente malinconiche, si trasformano in un turbine di emozioni, esprimendo una gamma di sensazioni che vanno dall’euforia alla tristezza. È come se l’artista avesse raggiunto la quiete interiore, abbandonando ogni pensiero razionale per immergersi completamente nell’esperienza musicale.

In questo momento di assenza di pensiero, l’ascoltatore è libero di lasciarsi trasportare dalle onde sonore, concedendosi completamente alle emozioni che permeano l’aria. La città di Salerno, con il suo panorama e il mare, fa da sfondo al videoclip realizzato dal videomaker Federico Fasulo.

Il progetto

Il brano è stato prodotto da ‘’Musikattiva Social Recording’, primo centro di produzione musicale sociale e gratuito del Sud Italia, finalizzato alla valorizzazione dei giovani musicisti campani, grazie al patrocinio del Comune di Salerno (Ambito S5) e della Regione Campania; l’arrangiamento orchestrale è stato realizzato dal M° Vincenzo Maggio.

  • Etichetta Discografica ed Edizioni: Indaco Records – Needa Records;
  • Distribuzione: Altafonte;
  • Riprese audio: Alfredo Capozzi e Antonio Piacentini;
  • Mix e Mastering: Alfredo Capozzi;

L'articolo “Oblio” è il primo singolo del chitarrista salernitano Massimo Santoro proviene da L'Occhio di Salerno.