Camorra, omicidio Fontana: ore contate per i killer

Fonte articolo:
Cronaca di Napoli - Cronache della Campania

omicidio alfonso fontana

Ore contate per i killer che mercoledì scorso hanno ucciso a Torre Annunziata, il pregiudicato 24enne Alfonso Fontana, giovane rampollo della nota famiglia di camorra dei “Fasano” dell’Acqua della Madonna a Castellammare.

Anche loro sarebbero stabiesi, sia chi ha fatto fuoco per ben 10 volte sia chi lo accompagnava. Erano a Torre Annunziata, in territorio “neutro” e per questo che la giovane vittima era disarmata. Doveva, probabilmente, dare chiarimenti per uno sgarro fatto.

E invece era una trappola. E lui lo ha capito solo quando ha visto impugnare la pistola a uno dei due. Le immagini della video sorveglianza hanno ripreso la scena e gli investigatori stanno per identificare i due. Chi ha fatto fuoco tra l’altro, dopo il colpo di grazia, avrebbe anche oltraggiato il cadavere con un gesto incivile.

Da tre giorni la città di Castellammare è presidiata dalle forze dell’ordine dall’Acqua della Madonna, dove risiede la famiglia Fontana fino al Bronx di Moscarella, una delle piazze di spaccio più fiorenti della provincia di Napoli passando per centro antico, Scanzano e rione Cmi.

La Dda di Napoli, che coordina le indagini, sta lavorando incessantemente. Si teme l’aprirsi di una nuova faida di camorra vista la caratura criminale dei soggetti coinvolti. In città si respira aria di paura anche se la forte presenza delle forze dell’ordine, almeno per il momento, ha evitato altri gesti eclatanti.

@riproduzzione riservata